INDAGINE TERMOGRAFICA

PaperArtist_2013-10-13_21-09-10

 

 

 

 

 

 

 

 

INDAGINE TERMOGRAFICA

 

L’arch. Salvatore Gabellone possiede la qualifica di tecnico di 2° livello ai sensi della norma UNI EN 473 al fine di espletare un indagine termografica anche in ambito di controversie giudiziarie.
Si utilizzano di norma n. 2 termocamere ad elevata risoluzione termica, strumentazione calibrata data logger per misurazioni di temperatura ed umidità relativa, strumentazione per la misurazione dell’umidità dei manufatti edilizi, un endoscopio per ispezionare all’interno di intercapedini, cavedi, ecc e un termoflussimetro per rilevazione delle trasmittanze termiche dei elementi edilizi d chiusura.

Ha bisogno di un’indagine termografica?
per ricevere il preventivo ci contatti:
– a mezzo email cliccando nel form contatti e specificando il motivo del contatto
– ai numeri 366/4346405 o 039/464451 o in alternativa inviare un sms al numero 366/4346405 indicando nel testo ” indagine termografica” e sarete ricontattati quanto prima.

PREMESSA INTRODUTTIVA
La termografia è una tecnica diagnostica non distruttiva che tramite l’utilizzo di una telecamera ad infrarossi (o termocamera),consente di visualizzare e misurare l’energia termica emessa da un oggetto.
Una termocamera è uno strumento che rileva a distanza l’energia infrarossa (o termica) e la converte in un segnale elettronico, che viene in seguito elaborato al fine di produrre immagini video (termogrammi) e di analizzare e misurare le temperature di ogni punto rappresentato sul termogramma. Il calore rilevato da una termocamera può essere quantificato con estrema precisione, permettendo all’utente di monitorare la performance termica e nel contempo di identificare e valutare l’entità e la natura dei problemi termici.
La norma UNI EN 13187 (da ISO 6781:1983) definisce un metodo qualitativo che utilizza un esame termografico, per la rilevazione delle irregolarità termiche degli involucri edilizi.
Ciò consente di individuare ed intervenire con interventi mirati e risolutivi, evitando spese superflue di ricerche con demolizioni più o meno estese. Attraverso un’immagine termografica possiamo osservare qualsiasi oggetto e rilevarne le differenti temperature in modo da individuare: eventuali anomalie nell’esecuzione della coibentazione, ponti termici strutturali e non, perdite idriche, inefficienze degli elementi radianti (termosifoni, pannelli radianti a pavimento, a soffitto, a parete, ecc.) , punti di condensa e potenziali punti di formazione di muffe, elementi architettonici nascosti e distacchi dell’intonaco.

SERVIZI ESPLETATI MEDIANTE L’ANALISI TERMOGRAFICA
Infiltrazioni d’acqua.
Le indagini termografiche consentono di rilevare punti dove l’acqua può infiltrarsi, dovuto a zone non perfettamente isolate, garantendo un intervento di ripristino localizzato. Caso più comune è quello di perdite di lastrici solari, coperture impermeabilizzate con guaina a vista. Spesso bisogna ricorrere a prove di allagamento con acqua colorate, prove distruttive che spesso non conducono ad un risultato. Attraverso le indagini non distruttive eseguite si possono evidenziare ed individuare precisamente le aree con presenza di acqua ed umidità. In questo modo si riducono i costi e la durata dei lavori di ricerca e ripristino.

Individuazione delle zone di distaccamento del rivestimento dell’intonaco o rivestimento ceramico.
La termografia ci permette di individuare a distanza, senza l’ausilio di piattaforma aerea, un’intera facciata, valutando lo stato di coesione dell’intonaco o di rivestimenti. Le immagini termiche scattate, analizzate attraverso software specifico, rendono possibile quantificare le superfici interessate dai fenomeni di distacco acquisendo un dato numerico importante al fine di una preventivazione di un intervento in facciata.

Corretta posa del cappotto termico
Molti cappotti a tutt’oggi sono posati senza rispettare nelle norme tecniche di riferimento ETAG 004 che forniscono tutta una serie di indicazioni di posa relativamente alla: malta di incollaggio, rasatura, tassello rete di armatura, primer e rivestimento a spessore.
Mediante la termografia è possibile collaudare la corretta posa di un cappotto termico verificando il corretto accostamento dei pannelli, la corretta posa dei tasselli, elementi indispensabili per una buona resistenza termica dell’intera superficie isolante. Ciò avviene mediante un’indagine di tipo “passiva” sfruttando la sollecitazione termica che deriva dalla trasmissione del calore tra zona riscaldata ed esterno che attiva una diversa distribuzione di temperature superficiali dovuto ad un diverso comportamento superficiale del materiale per le caratteristiche di conduttività differente.
L’indagine termografica è fortemente consigliata in quanto è l’unico collaudo che consente di certificare la bontà dell’esecuzione dell’opera

Zone con umidità di risalita
Con la termografia e con l’ausilio di altra strumentazione in dotazione si possono individuare le risalite d’umidità e le zone critiche da un punto di vista igrometrico.
Problematiche di muffe – Risanamento delle opere
La termografia è uno strumento indispensabile per poter individuare la causa dell’insorgenza di muffe al fine di proporre gli interventi più opportuni per rendere gli ambienti indoor igienicamente sani e quindi vivibili. Inoltre lo studio propone interventi di risanamento con l’applicazione di soluzioni tecniche esecutive specifiche per la problematica oggetto di indagine.

Ponti Termici
La termografia è in grado di rilevare i ponti termici, definiti come punti di discontinuità nelle caratteristiche termiche-geometriche dell’involucro edilizio, che incidono negativamente sull’isolamento di un edificio in quanto costituiscono una via privilegiata per il passaggio del calore verso l’esterno, con un incremento dei costi per il riscaldamento dell’ambiente. Mediante l’indagine termografica è possibile verificare la bontà di esecuzione dell’opera edilizia e trarne delle considerazioni in merito al fatto che un edificio possa essere presumibilmente di una classe elevata A – B

Serramenti
Con un’ indagine termografica e’ possibile controllare e verificare qualitativamente la validità termica del serramento sia per le sue caratteristiche di isolamento che per la correttezza della posa.

Mediante l’impiego delle migliori tecnologie presenti sul mercato sia per quanto riguarda la strumentazione, che per quanto riguarda i software di elaborazioni dei dati siamo in gradi di espletare un check up completo dell’immobile al fine di determinare le problematiche presenti e nel contempo suggerire i possibili interventi per la risoluzione del problema.

Inoltre mediante software di elaborazione dati agli elementi finiti è possibile verificare i dati acquisiti con l’indagini termografiche; ogni nodo verrà caratterizzato da una grandezza geometrica (spessore) e da una caratteristica termica (la conduttività del materiale) e consentirà di simulare mediante una rappresentazione con isoterme i risultati ottenuti mediante l’indagine termografica, riuscendo a comprendere la gravità o meno dei ponti termici presenti, causa di formazione di condense e muffe.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Continuando la navigazione ne consentirai l'utilizzo. maggiori informazioni.

La presente cookie policy ha lo scopo specifico di illustrare i tipi, le modalità di utilizzo nonché di fornire indicazioni circa le azioni per rifiutare o eliminare i cookie presenti sul sito web, se lo si desidera.

Chiudi